È la nuova anima che tutti ci prende e ci spinge verso il progresso, verso le nuove conquiste umane

“Il pubblico ha compreso che è il mondo che cammina, è la nuova anima che tutti ci prende e ci spinge verso il progresso, verso le nuove conquiste umane” – Italo Balbo, 15 Luglio 1933, Chicago.

“Arrivando a Chicago ho adempiuto la missione che mi era stata affidata di portare un messaggio di amicizia da parte dell’Italia di Mussolini al grande popolo americano in occasione dell’Esposizione mondiale del secolo del progresso”. Con queste parole Balbo iniziava il 4° rapporto dal Duce scritto al suo arrivo a Chicago, meta della Crociera aerea del Decennale.

Il Vol. 18 della collana storica “Romanamente” intitolato “Come l’Italia fascista stupì gli Stati Uniti d’America” è dedicato alla crociera atlantica del decennale. Al suo interno: uno scritto di Italo Balbo sulla nascita dell’idea della nuova crociera, le caratteristiche dell’idrovolante S.M. 55-X, le foto di tutti gli equipaggi e le tappe dell’eroica impresa narrate attraverso i comunicati ufficiali dell’epoca.

ACQUISTA ORA a soli Euro 10,90 + s.p. il dossier “Come l’Italia fascista stupì gli Stati Uniti d’America” inviando una mail a ilfarodimussolini@libero.it. Potrai pagare con Paypal, Postepay o bonifico. (No contrassegno)

Il ministro dell’Aeronautica, gen. Balbo, comunica all’Agenzia Stefani il seguente articolo:
L’idea dell’attuale crociera nacque a Rio De Janeiro, or sono due anni, al compimento della crociera Italia-Brasile quando Mussolini nel suo messaggio annunciò la più grande impresa aerea dell’Anno X della Rivoluzione. […] Da due anni, cioè dal 1930, funzionava la Scuola di navigazione di Orbetello nella quale sono concentrati gli studi e le esperienze per il volo collettivo d’alto mare. E’ questa una scuola pratica nella quale diversi ufficiali svolgono un compito preciso e tutti collaborano per i migliori risultati delle imprese in corso. […] L’apparecchio da me scelto per la crociera attuale e lo stesso della crociera nel Sud-America; ma l’idrovolante è stato oggetto di molti perfezionamenti, che lo hanno reso senza dubbio il migliore del mondo. L’ «S 55 X-Savoia Marchetti» ha una maggiore autonomia ed una maggiore velocità del precedente. […] Seguendo la nostra politica aviatoria, ho scelto gli equipaggi non fra gli assi, non in base a titoli eccezionali, ma tenendo conto dei migliori punti guadagnati dai singoli nei reparti, sia per le qualità richieste agli ufficiali, sia per la perizia di volo. La maggior parte dei partecipanti a questa crociera-idro-aviatoria proviene dagli apparecchi terrestri. Solo una parte degli equipaggi è formata dai vecchi piloti idrovolantisti atlantici […] Noi « tentiamo » di andare in America con una squadra di 24 grandi idrovolanti: si tratta di una squadra militare che sta compiendo una missione civile.

Disponibile QUI a soli Euro 12,90 + s.p. anche il CALENDARIO 2021 dedicato alla Crociera Aerea del Decennale compiuta nel 1933 da Italo Balbo inviando una mail a ilfarodimussolini@libero.it.

ACQUISTA ORA a soli Euro 10,90 + s.p. il dossier “Come l’Italia fascista stupì gli Stati Uniti d’America” inviando una mail a ilfarodimussolini@libero.it. Potrai pagare con Paypal, Postepay o bonifico. (No contrassegno)

PER SFOGLIARE IL DOSSIER ROMANAMENTE VOL. XVIII CLICCA QUI

COMPLETA TUTTA LA COLLANA CON I VOLUMI “ROMANAMENTE” ARRETRATI:
– Vol. I“Come l’Italia fascista costruiva le strade in Africa”
– Vol. II“Come l’Italia fascista rese fertili le terre d’Africa”
– Vol. III“Come l’Italia fascista edificava le città in Africa”
– Vol. IV “Come l’Italia fascista iniziò a fotografare l’Africa”
– Vol. V “Come l’Italia fascista industrializzò l’Africa”
– Vol. VI “Come l’Italia fascista accoglieva i turisti in Africa”
– Vol. VII “Come l’Italia fascista erigeva le cattedrali in Africa”
– Vol. VIII “Come l’Italia fascista realizzava i musei in Africa”
– Vol. IX “Come l’Italia fascista modernizzò le vie d’Africa”
– Vol. X “Come l’Italia fascista valorizzò l’archeologia in Africa”
– Vol. XI “Come l’Italia fascista valorizzò i deserti in Africa”
– Vol. XII“Come l’Italia fascista costruì le ferrovie in Africa”
– Vol. XIII“Come l’Italia fascista modernizzò l’agricoltura in Africa”
– Vol. XIV“Come l’Italia fascista creò la nuova città di Rodi”
– Vol. XV“Come l’Italia fascista creò un nuovo stato in Africa”
– Vol. XVI “Come l’Italia fascista portò il lavoro nel Dodecaneso”
– Vol. XVII “Come l’Italia fascista realizzò opere pubbliche in Africa”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...