“Come l’Italia realizzò opere pubbliche in Africa” il 17° volume di “Romanamente”

“Come l’Italia fascista realizzò opere pubbliche in Africa” è il titolo del 17° volume della collana storico-coloniale “Romanamente”. Incentrato sulle opere pubbliche realizzate in Africa durante il fascismo, prende d’esempio il caso della Somalia, la più lontana e povera colonia italiana, nella quale gli investimenti furono di minor portata rispetto ad Eritrea e Libia.

ACQUISTA ORA a soli Euro 10,90 + s.p. il dossier “Come l’Italia fascista realizzò opere pubbliche in Africa” inviando una mail a ilfarodimussolini@libero.it. Potrai pagare con Paypal, Postepay o bonifico. (No contrassegno)

A dimostrazione dei grandi investimenti fatti e all’implemento in tutti i settori in Somalia, ecco alcune cifre: nel 1922 l’importazione della Somalia fu per L. 50.960.536 e l’esportazione per L. 10.988.357; l’importazione segnò un massimo di L. 166.246.673 nel 1927, contro un’esportazione di L. 25.300.050; nel 1932 l’importazione fu per lire 99.165.000 contro un’esportazione di L. 95.106.000.

ACQUISTA ORA a soli Euro 10,90 + s.p. il dossier “Come l’Italia fascista realizzò opere pubbliche in Africa” inviando una mail a ilfarodimussolini@libero.it. Potrai pagare con Paypal, Postepay o bonifico. (No contrassegno)

COMPLETA TUTTA LA COLLANA CON I VOLUMI “ROMANAMENTE” ARRETRATI:
 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...