Nuovo dossier nella collana coloniale “Romanamente”: l’Italia del Ventennio in Tripolitania

“Questo grande sviluppo di vie di comunicazione ha anche un grande significato morale: le strade costituiscono, dopo la conquista, la più durevole presa di possesso. Anche l’indigeno – soprattutto l’indigeno – comprende che l’opera stradale è opera di dominio durevole; che essa è la vera presa di possesso della colonia: si crea soltanto sui suoli che si intende dominare per sempre” – Angelo Piccioli, 1933

ACQUISTA ORA a soli Euro 10,90 + s.p. il dossier “Come l’Italia fascista creò un nuovo stato in Africa” inviando una mail a ilfarodimussolini@libero.it. Potrai pagare con Paypal, Postepay o bonifico. (No contrassegno)

Nuovo dossier per la collana storico-coloniale “Romanamente”: “Come l’Italia fascista creò un nuovo stato in Africa”. All’interno le opere dell’Italia fascista in Tripolitania.

Cover_Romanamente 15Le opere edilizie a Tripoli durante il periodo fascista mutarono totalmente la città. Si trattò di ampliamenti sviluppati secondo un piano preordinato. Il nuovo piano regolatore, affidato agli architetti Alpago, Cabiati e Ferrazzi con la consulenza artistica dell’architetto Limongelli e dell’architetto Di Fausto rispettò quasi integralmente la vecchia città barbaresca. La città nuova si sviluppò a ventaglio a levante delle mura verso l’oasi. Vennero rettificate le strade esistenti, aperte nuove arterie, create piazze e giardini, zone per villini, per gli impianti ferroviari e per gli stabilimenti industriali. Una nuova rete stradale nella parte orientale e meridionale della città promosse il sorgere di numerosi edifici privati. Vennero inaugurati nuovi edifici scolastici e ad opera dell’Ufficio delle Opere Pubbliche venne realizzato il nuovo ospedale coloniale, rifatto il porto e costruiti nuovi quartieri popolari. Notevoli furono anche le opere idriche, soprattutto considerando il problema dell’approvvigionamento idrico nel continente africano. Gli interventi non si limitarono alla sola capitale ma riguardarono anche i piccoli centri dell’interno, promuovendo e incentivando le iniziative di enti e di privati affinché anche i più piccoli centri abitati si trasformassero e prendessero vita.

ACQUISTA ORA a soli Euro 10,90 + s.p. il dossier “Come l’Italia fascista creò un nuovo stato in Africa” inviando una mail a ilfarodimussolini@libero.it. Potrai pagare con Paypal, Postepay o bonifico. (No contrassegno)

Romanamente 15 – Come l'Italia fascista creò un nuovo stato in Africa

COMPLETA TUTTA LA COLLANA CON I VOLUMI “ROMANAMENTE” ARRETRATI:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...