Ventennio e archeologia. Da Leptis Magna a Sabratha la valorizzazione storica della Libia

La ricerca, l’amoroso interessamento intorno alle memorie del passato sono per il popolo italiano non soltanto un dovere scientifico, e tanto meno una posa di falsa nobiltà, ma un’esigenza profonda e vivamente sentita dello spirito

ACQUISTA ORA a soli Euro 10,90 + s.p. il dossier “Come l’Italia fascista valorizzò l’archeologia in Africa” inviando una mail a ilfarodimussolini@libero.it. Potrai pagare con Paypal, Postepay o bonifico. (No contrassegno)
.
Decimo volume della collana storico-coloniale “Romanamente”. Il nuovo dossier “Come l’Italia fascista valorizzò l’archeologia in Africa” è dedicato agli scavi archeologici degli anni Trenta in Libia e alla realizzazione dei nuovi musei di Tripoli, Leptis Magna e Sabratha.
.
SFOGLIA IL DOSSIER N. 10 DELLA COLLANA STORICA “ROMANAMENTE”
.
Romanamente 10 – Come l'Italia fascista valorizzo' l'archeologia in Africa2
.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...